Latte, i numeri che pochi conoscono

Postato il

http://www.filippogallinella.it/?p=4145

Da poco è stato pubblicato il Rapporto di Assolatte 2016 e con questo post voglio farvi conoscere alcuni numeri di uno dei settori più importanti del nostro comparto zootecnico.
Con oltre 388mila tonnellate i formaggi sono i nostri prodotti più esportati per un valore di 2,4 miliardi di euro. Il latte alimentare invece equivale a 60 mila tonnellate per un valore di circa 38 milioni. 
In Italia la produzione di latte nel 2016 é stata di oltre 11,5 milioni di tonnellate (+3,2% rispetto al 2015) con un importazione di 1,3milioni. Il patrimonio bovino invece é di 1,8 milioni ma nel 2000 erano oltre 2 milioni. In calo anche pecore e capre mentre il numero delle bufale sono cresciute

La produzione nazionale di latte bovino, lo abbiamo detto sopra, nel 2016 è stata di 11,5 milioni di tonnellate. L’importazione invece equivale a 1,3 milioni (meno del 10%) mentre esportiamo pochissimo, solo 6 mila tonnellate. Del totale, diventa formaggio l’ 81% del latte, il resto é destinato all’alimentazione diretta. Le DOP Grana Padano, Parmigiano Reggiano e Gorgonzola assorbono quasi la metà del latte prodotto in Italia. Il latte ovino prodotto è invece assorbite per la metà dal Pecorino Romano e delle 240 mila tonnellate di latte bufalino il 77%  diventa Mozzarella di Bufala Campana.

Dai dati della regione Lombardia presentati nel rapporto si osservano i prezzi al litro dal 1976 al 2016. Da 173 lire/litro (indice 100) a 0,345 e/litro (indice 386).
In questo orizzonte temporale di 40 anni si osserva che il prezzo del latte é costantemente cresciuto fino al 1997 (indice 441) poi é sceso e risalito fino al 2001 (indice 416). Nuovamente é tornato a scendere e risalire con un picco nel 2014 (indice 469) ed è ricalato fino al 2016. Il prezzo del 2016 lo ritroviamo nel 1995, nel 1999, nel 2001 e nel 2007. Da segnalare anche che il prezzo del latte alla stalla in Italia è tra i più alti in Europa con una media 2016 di 31,99 e/100 litri, siamo al 4° posto dopo Cipro, Malta, Grecia e Finlandia.

Infine se osserviamo le importazioni di formaggi si nota che il nostro maggiore fornitore é la Germania (circa il 50%), seguono poi #Francia e PaesiBassi. Le importazioni sono stimate in quasi 517 mila tonnellate per un valore di 1,55 miliardi di euro mentre il nostro valore dell’export lattiero-caseario ha un valore di 2,4 miliardi.
Il latte in cisterna che importiamo é pari a 1,33 milioni di tonnellate e i maggiori fornitori sono Germania e Francia. Per quanto riguarda il latte confezionato l’importazione é circa 430 mila tonnellate e sono Austria e Francia i primi fornitori.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...