FORMAZIONE E LAVORO ANCHE PER I DISABILI. LA TESTIMONIANZA DI EZIO, L’AMICO DI TERMOLI CONOSCIUTO DURANTE LA TAPPA DI LAVORO2025 TOUR

Postato il

http://www.tizianaciprini.it/formazione-e-lavoro-anche-per-i-disabili-la-testimonianza-di-ezio-lamico-di-termoli-conosciuto-durante-la-tappa-di-lavoro2025-tour/

Formazione e lavoro anche per i disabili. La testimonianza di Ezio, l’amico di Termoli conosciuto durante la tappa di #lavoro2025tour
TERMOLI. In occasione del convegno Lavoro 2025 che si è tenuto a Termoli lo scorso 7 luglio è intervenuto sul palco l’attivista locale sordo Ezio Zara il quale ha voluto lanciare un appello ai parlamentari 5 Stelle Tiziana Ciprini e Claudio Cominardi a trovare delle adeguate soluzioni per eliminare le difficoltà e gli ostacoli che, in Italia, le persone con disabilità incontrano sia nel ricevere un’adeguata istruzione e formazione, sia per poter accedere nel mondo del lavoro. Riportiamo di seguito il testo integrale dell’intervento di Ezio che rappresenta una importante testimonianza in materia di disabilità poiché è un diritto di ognuno di noi avere la possibilità di vivere una vita dignitosa mentre è obbligo della politica quello di occuparsi e di risolvere tali problemi.
«Buonasera a tutti e benvenuti ai nostri parlamentari. Mi chiamo Ezio Zara e sono un cittadino termolese. Sono un attivista del Movimento Cinque Stelle. Ho il problema del mio udito, sono sordo sin dalla nascita, e sono socio dell’Ente Nazionale Sordi. Il primo problema che voglio sottolineare è quello delle scuole. Tutti coloro che hanno questa mia disabilità hanno difficoltà nell’apprendimento, nella crescita e nelle relazioni interpersonali perché non ci sono strutture e docenti “specializzati” ad insegnare ai sordi e che ci aiutino i ragazzi con questa disabilità a conseguire un diploma, una laurea e infine ad entrare nel mondo del lavoro.
Io da piccolo per la mia disabilità e per la mancanza di insegnanti specializzati, sono stato costretto a lasciare il mio paese, la mia famiglia e la scuola molisana, per andare presso un istituto superiore di Roma altamente specializzato per ragazzi sordi e conseguire il diploma assieme ad altri ragazzi col mio stesso problema, abbandonati a loro stessi, alla loro solitudine e rinchiusi nel loro mondo silenzioso. Anche quando c’è occupazione, le categorie protette (sordi, ciechi, invalidi non autosufficienti) che dovrebbero avere diritto per legge al collocamento obbligatorio, secondo la legge 104/92, non sono tutelate.
Nella nostra regione, le aziende, sia piccole che grandi, la politica ed i sindacati continuano ad ignorare la legge 104 e a non tutelarci, per questo siamo stanchi di ascoltare le solite promesse di lavoro mai mantenute, ed anche i disabili, con tutte le loro problematiche di vita, sono costretti ad emigrare all’estero dove le categorie protette vengono rispettate e godono a pieno di tutti i diritti riguardanti il mondo del lavoro e non solo. In conclusione, rivolgo, un appello a tutti i politici, sindacati e imprenditori: favorite il diritto al lavoro dei disabili e tutelatelo secondo la normativa vigente. Non ci abbandonate, solo così si potrà sconfiggere l’egoismo».
http://www.termolionline.it/2017/09/28/formazione-lavoro-anche-disabili-la-testimonianza-ezio-zara/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...