PAC: il Regolamento OMNIBUS è pronto per il Parlamento Aggiornamenti dal Blog – Lazio: in bocca al lupo ai nostri vicini per le regionali

Postato il

http://www.filippogallinella.it/?p=4174

La revisione di medio termine della PAC è in dirittura di approvazione. La votazione al Parlamento europeo è prevista per il nove novembre. Di seguito quanto uscito dall’accordo tra Parlamento e Consiglio.
Agricoltore attivo: disciplinata nel 2013 per evitare che le risorse PAC finissero nelle mani di chi agricoltore non è. Nell’accordo viene mantenuta la definizione di agricoltore attivo, con la possibilità di deroghe specifiche strumentali a contenere il carico amministrativo degli SM previa approvazione della Commissione.
Pagamenti diretti: per quanto concerne il greening, sono state apportate semplificazioni rilevanti per le colture sommerse (riso), per le quali si allentano i limiti originariamente imposti; oltre questo per tutti gli agricoltori che investono oltre il 75% della propria superficie agricola in leguminose e foraggere e per tutti coloro che lasciano a riposo oltre il 75% della loro superficie l’obbligo viene cancellato, indipendentemente dall’ampiezza dell’azienda, risolvendo il problema dei medicai. Sempre sul greening, l’obbligo del focus ecologico viene eliminato per tutti coloro che lasciano a riposo oltre il 75% della loro superficie e viene valorizzato il ruolo ambientale delle azoto fissatrici.
Giovani agricoltori: nei pagamenti diretti gli SM la potranno raddoppiare le risorse al cosiddetto pagamento giovani introdotto nel 2013,
Aiuti accoppiati: gli Stati Membri potr<nno rivedere annualmente i settori beneficiari, in chiave anti-ciclica.
Sulla gestione del rischio in agricoltura è stato finalmente proposto di abbassare la soglia di indennizzo contemplata per il nuovo meccanismo di stabilizzazione dei redditi settoriale che è stato anche esteso alle assicurazioni, portando al 20% la perdita di prodotto necessaria per l’attivazione del pagamento del premio. E’ stato anche innalzato dal 65 al 70% l’intensità del contributo pubblico, e introdotto la possibilità di utilizzare indici economici per la misurazione delle perdite.
Nell’ambito dello sviluppo rurale vi è l’indirizzo di rafforzare gli effetti delle provvidenze per il primo insediamento dei giovani, la partecipazione ai regimi di qualità e gli investimenti effettuati dagli agricoltori nell’ambito dei piani di sviluppo rurale.
Relativamente alle misure di mercato la direzione è di dare maggiore forza contrattuale alle formule organizzative degli agricoltori. Le OP e AOP operanti nel settore lattiero caseario potranno avvalersi della contrattualizzazione scritta obbligatoria, e le misure del pacchetto latte vengono estese oltre il 2020. Inoltre c’è la proposta di revisione dell’intervento per affrontare le crisi di mercato, dando immediatezza alle misure di riduzione della produzione, utilizzate con successo durante la crisi del latte.
Questo è l’oggetto dell’accordo, ora attendiamo la votazione del Parlamento. Personalmente le questioni importanti sono tre: abbassamento della gestione del rischio, erba medica come greening e controllo dell’offerta. L’assente è la visione futura della PAC post 2020 che secondo me dovrebbe essere calendarizzata il giorno dopo la votazione del nove novembre.
http://attivismo.forumfree.it/?t=74958926&view=getlastpost#lastpost

Sun, 15 Oct 2017 09:20:21 +0000di: Staff Forum (Silvio Torre)in: Lazio: in bocca al lupo ai nostri vicini per le regionali

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...