Elezioni

Elezione Online del Presidente

Postato il Aggiornato il

L’elezione del prossimo presidente della Repubblica è l’atto politico più importante dei prossimi giorni.

Repubblica ItalianaL’uomo, o la donna, che salirà al Quirinale condizionerà nel bene e nel male la vita del Paese per sette anni. I presidenti delle Camere e il prossimo presidente del Consiglio sono in transito, hanno il fiato corto, potrebbero arrivare, secondo valutazioni ormai unanimi, al massimo alle prossime elezioni europee della primavera del 2014. Le trattative per un nome condiviso per la presidenza della Repubblica tra pdl e pdmenoelle sono in uno stato avanzato. Il pdl vuole un presidente di garanzia, un salvacondotto per i processi dello psiconano. Il pdmenoelle vuole anch’esso un presidente di garanzia, che lo tuteli dalla prossima bomba ternmonucleare del MPS. Entrambi vorrebbero un presidente “Quieta non movere et mota quietare (Non agitare ciò che è calmo, ma calma piuttosto ciò che è agitato)”. Non un Pertini, ma neppure più modestamente un Prodi che cancellerebbe Berlusconi dalle carte geografiche. E’ necessario un nome nobile e alto che stia appollaiato sul suo ramo ad ascoltare le lodi per la sua indiscutibile alterità che gli arriveranno copiose da giornalisti proni e da politici grati. Beppe Grillo ritiene che il prossimo presidente della Repubblica non debba venire dalla politica, né ricoprire, o aver ricoperto, incarichi istituzionali. Se infatti diventi presidente dell’ABI come Mussari o presidente della Finmeccanica come Orsi, sei comunque parte del gioco, promosso dai partiti. Un foglione di fico e nulla più.

Il M5S voterà on line per il presidente della Repubblica nei prossimi giorni. Il suo nome sarà presentato in Parlamento. Gli iscritti al MoVimento 5 Stelle della nostra regione potranno finalmente esprimere ciò che al territorio è caro.

Di seguito le regole per le votazioni.

“Tempistiche:
– La proposta dei candidati verrà effettuata da tutti coloro abilitati al voto l’11 aprile dalle 10.00 alle 21.00.

– La votazione successiva sui primi 10 candidati selezionati si terrà sul sito beppegrillo.it due giorni prima della votazione in aula sempre dalle 10.00 alle 21.00.

Per votare le persone devono aver inviato il documento digitalizzato alla pubblicazione di questo articolo, 30 marzo 2013, ed essersi iscritte al MoVimento 5 Stelle entro il 31/12/2012

Modalità per proporre il Presidente della Repubblica:
– Per proporre il nome del suo candidato l’iscritto al MoVimento 5 Stelle dovrà accedere alla sua pagina personale. Potrà proporre un solo candidato con nome e cognome e non potrà modificare la scelta.

– Per votare l’iscritto al MoVimento 5 Stelle dovrà accedere alla pagina di votazione indicata con la propria email e password. Il sistema di votazione sarà linkato da un’email inviata a tutti gli aventi diritto di voto e sarà linkata anche all’interno della pagina personale.

– Ogni iscritto potrà votare per un solo candidato.

– Nel caso il servizio di voto non fosse raggiungibile (ad esempio per un attacco hacker) per più di un’ora il tempo di down verrà recuperato, se possibile, il giorno successivo.

– I 10 nomi più proposti verranno resi pubblici e utilizzati come base dei votabili e disposti in ordine alfabetico per la votazione finale. Su questi verrà verificato che abbiano compiuto 50 anni alla data del 15 aprile 2013 (o alla data delle votazioni in aula se già resa pubblica) e che siano italiani. In caso di problemi verrà preso il primo degli esclusi.

– Il nome che avrà ricevuto più voti sarà votato dai Parlamentari del MoVimento 5 Stelle

– Il processo di voto sarà verificato da un ente esterno .”

Annunci

Siamo dentro!

Postato il Aggiornato il

Abbiamo consegnato per primi le firme per partecipare alle elezioni! In tutt’Italia la consegna si sta svolgendo e sta andando a buon fine.

Insomma è ufficiale, siamo dentro! Adesso comincia la corsa elettorale. Ci vediamo a Roma, e sarà un piacere.

siamo dentro

 

Tsunami Tour Perugia

Postato il Aggiornato il

Tsunami Tour: l’Umbria c’è
Piazze piene e grande partecipazione al tour elettorale di Beppe Grillo
Data:     16/01/2013
Perugia, ore 17,30

Nonostante la pioggia copiosa l’Umbria avvolge con entusiasmo lo Tsunami Beppe Grillo. Il fondatore del MoVimento 5 Stelle prima di cominciare un vero e proprio comizio elettorale chiede alla folla di chiamarlo Populista e Demagogo per anticipare le solite vuote polemiche che non affrontano i problemi ne le idee.
Poi rapidamente un exursus sul programma del MoVimento, focalizzato sulla Piccola e Media Impresa da sostenere e sul reddito di cittadinanza prima di passare la parola ai giovani candidati al Parlamento.

tsunami perugia
Tiziana Ciprini, capolista alla camera ha coinvolto il pubblico con un gioco semplice per mostrare una realtà crudele che attanaglia le vite dei cittadini della nostra regione: “una volta” – chiede la Ciprini – “i cognomi delle persone indicavano la professione od il mestiere dei padri. Come pensate che si chiameranno i Vostri figli?”
Scontata la risposta del publico, univoca e corale: “PRECARIO”

Da questo punto le brevi e rapide presentazioni delle idee e delle proposte, e naturalmente degli altri candidati, il tutto alla velocità del web, anzi dei tweet. Le atmosfere pompose dei talk show e della comunicazione politichese, i ritmi lenti e compassati dei tecnici sono superati, si volta pagina.
Poi candidati e Grillo si concedono alle domande del pubblico prima di partire, c’è già un’altra città aspetta l’onda di questo Tsunami.

Beppe is Back

Postato il Aggiornato il

Beppe ritorna, sarà di nuovo qui in Umbria il 16 gennaio prossimo, a Perugia ed a Foligno.breaking-news-Beppe

Si parte alle 17 con il capoluogo Perugia, città piena di problemi e contraddizioni, sede regionale e provinciale, ormai unica, della nostrra verde Umbria. Alle 17 comincerà l’evento, che sarà in diretta streaming e potete crederci, sarà straseguito in tutta la regione.

Alle 21 si riprende aFoligno dove si tirerà avanti con la presentazione dei candidati della nostra regione al parlamento della Repubblica ed una discussione sulle problematiche locali e regionali, oltre che, come immaginerete, alcuni approfondimenti sulla politica e sulle imminenti elezioni.

Faremo anche una raccolta fondi (contribuite, grazie) prima e durante questi eventi, tutti i particolari nei prossimi giorni.

A prestissimo!

Parte lo staff elettorale

Postato il Aggiornato il

beppe_grillo_beppegrilloFinalmente possiamo dichiarare superati i vari scogli della raccolta firme, grazie 1.000, 5.000, 10.000 a tutti quelli che hanno affollato i nostri banchetti e gli uffici preposti.

Obbiettivo raggiunto pienamente. Senza bisogno di mezzucci o di decretini tagliafirme. Non era un successo annunciato quindi davvero grazie.
Grazie a tutti quelli che hanno permesso questa raccolta, grazie a chi ha firmato, a chi c’era già prima quando si era deboli, a chi c’è adesso, a chi ci ha sempre creduto, a chi pur senza fede ora capisce che potrà esserci, a chi ha le idee e le condivide, a chi ha le idee e le mette in pratica, a chi da una mano, a chi ispira gli altri, a chi s’informa, a chi partecipa, a chi incoraggia, a chi critica costruttivamente, a chi le ragole li viola per far del bene ed a chi le rispetta per il bene di tutti.
Un bel grazie anche a chi ci denigra rendendoci più forti e uniti che mai…
Infine grazie a chi ancora sente che si può cambiare in meglio questo mondo.
Grazie, grazie, grazie

Potremmo tranquillamente non approfittare dei vantaggi del decreto taglia firme, ultimo regalo di Monti al microcosmo di partitini ad personam; potremmo, ma obbediremo alla legge e la seguiremo alla lettera.

firme elettorali raggiunte 2013Intanto oggi si riunisce lo staff elettorale a 5 Stelle per la nostra bella regione nella splendida città di Orvieto.

I candidati ed i referenti dei MeetUp, il contatto col territorio dell’universo a torto ritenuto virtuale del MoVimento 5 Stelle, comincieranno a pianificare gli incontri con i cittadini nei vai centri nevralgici.

Ovunque ci sia una difficoltà noi saremo li, senza vane promesse ma con la volontà ferma di risolvere i problemi, di raddrizzare torti ed ingiustizie, di promuovere il progresso economico e sociale delle comunità a che i cittadini, le imprese e gli enti possano guardare al futuro con speranza, con la cosccienza certa che la politica cialtrona sarà messa all’angolo, sbugiardata e bloccata nelle azioni, costretta alla restituzione di beni e poltrone, costretta alla rinuncia dei privilegi ed alla restituzione DOVEROSA dei diritti cui hanno nel tempo privato la gente.

Oggi si parte per davvero, verso Roma, battagliando. Dovessimo procedere col coltello tra i denti centimetro per centimetro controcorrente Noi arriveremo a Roma, e sarà un piacere.

movimento-5-stelle_in marcia

Povero Silvio, quanti magistrati si candidano…

Postato il Aggiornato il

Data la quantità di giudici (o magistrati che dir si voglia) più o meno noti che hanno deciso scendere in politica seguendo la scaletta Violante (Giudice, antimafia, Partito) ci si aspetta una prossima campagna elettorale impegnata sui temi alti della giustizia, o più modestamente sullo stile cabarettistico di Zelig. Ingroia, De Magistris ed ora pure Grasso tutti più o meno visibilmente puntati verso il Pd di Violante, con diversi percorsi di allontanamento  le postazioni di lotta al crimine ed al malaffare, si spostano dal pilastro del potere giudiziario verso i poteri legislativo ed esecutivo. Sarà un bene?

Il loro “nemico” di sempre, il signor B., se ne preoccupa? Cornacchione-berlusconi

Qualcuno potrebbe rievocare il comico Cornacchione col suo “Povero Silvio” visti in quanti emulano la sua di discesa in campo. Purtroppo alcuni di noi ricordano proprio Luciano Violante quando andò nel Pd… e sono un pò preoccupati…


“Ieri l’onorevole Adornato ha ringraziato il presidente del nostro partito [Massimo D’Alema] per aver detto che non c’è un regime. Io sono d’accordo con Massimo D’Alema: non c’è un regime sulla base dei nostri criteri. Però, cari amici e colleghi, se dovessi applicare i vostri criteri, quelli che avete applicato voi nella scorsa legislatura contro di noi, che non avevamo fatto una legge sul conflitto di interessi, non avevamo tolto le televisioni all’onorevole Berlusconi… Onorevole Anedda, la invito a consultare l’onorevole Berlusconi perché lui sa per certo che gli è stata data la garanzia pienanon adesso, nel 1994, quando ci fu il cambio di Governoche non sarebbero state toccate le televisioni. Lo sa lui e lo sa l’onorevole Letta. […] A parte questo, la questione è un’altra. Voi ci avete accusato di regime nonostante non avessimo fatto il conflitto di interessi, avessimo dichiarato eleggibile Berlusconi nonostante le concessioni… […] Durante i governi di centrosinistra il fatturato di Mediaset è aumentato di 25 volte. (dal discorso alla Camera dei Deputati, 28 febbraio 2002″

I Banchetti Firma Day in tutta l’Italia

Postato il

Quella che segue è la bellissima rappresentazione di una pacifica invasione.

Un contagio portato dai cittadini per i cittadini, che poi ricadrà nei palazzi Romani, perchè alla fine sarà così, arriveremo a Roma. Malgrado tutti.

il-movimento-5-stelle-fa-boom-591x300