m5s

Diario quotidiano – inizio settimana

Postato il Aggiornato il

#OCCUPYMONTECITORIO
L’iniziativa è il minimo per dei “falsi moralizzatori”, mentre aspettiamo che le forze politiche si degnino di dare il via ai lavori a cui sono chiamati e per cui (loro) sono lautamente pagati ed i loro partiti lautissimamente “rimborsati”. BASTA PERDERE TEMPO!

Carla Ruocco

Carissimi,

Il diario del M5S di Carla Ruoccoriprendiamo oggi la settimana parlamentare. Mi piacerebbe potervi dire che siamo a pieno regime ma purtroppo non è così. Si potrebbe fare molto di più. Il gruppo del Movimento 5 stelle lavora a ritmo serrato per concordare delle linee operative e per prepararsi alle future battaglie a tutto campo. Come già sapete ci troviamo però di fronte ad uno scenario desolante. La Camera e il Senato sono fermi. Passano solo gli atti del Governo, ma le Commissioni parlamentari non sono costituite. Forse la questione può risultare di difficile comprensione in realtà è un po’ tecnica. Vi farò, però, un paio di esempi. Le proposte di legge di iniziativa parlamentare devono essere discusse dalle Commissioni prima di arrivare in aula e quindi non possono essere approvate leggi che partano da deputati o senatori. Le risoluzioni in commissione, importanti atti che danno l’indirizzo al Governo su una determinata questione, non possono…

View original post 492 altre parole

Annunci

Diario quotidiano – l’incontro segreto

Postato il Aggiornato il

Camera Cafè: linea diretta con i Parlamentari a 5 Stelle

Carla Ruocco

Carissimi,
Il diario del M5S di Carla Ruoccooggi non posso raccontarvi nulla perché sono stata ad un incontro segreto. Un incontro talmente segreto che ho visto le mie foto sul Corriere della sera. Questo incontro si è tenuto vicino a Fiumicino e posso dirvi che… si è mangiato benissimo. Ma non vi preoccupate: abbiamo pagato noi coi nostri soldi!

A parte gli scherzi si è trattato di un’occasione di confronto aperto. Beppe ci ha dato la solita carica e devo confessarvi che, dopo giorni di fatiche e polemiche, di notizie false e di agguati appena uscivamo dalla porta, un bel momento di condivisione ci voleva! Ci siamo ritrovati tutti e ci siamo sentiti più uniti che mai. Certo le opinioni possono e devono essere anche diverse. Non abbiamo mai rincorso l’unanimità. Ma, come ha detto Beppe, alla fin fine noi siamo più coesi di molti altri che sono d’accordo coi loro leader per il solo fatto…

View original post 87 altre parole

Grillo all’Assemblea Monte dei Paschi di Siena – M5S vs MPS

Postato il Aggiornato il

Testo dell’intervento integrale di Beppe Grillo all’Assemblea del Monte dei Paschi di Siena:

Intervento di Beppe Grillo all’assamblea degli azionisti del Monte dei Paschi di Siena:
grillo-mps“Noto innanzitutto l’atmosfera. Se parlate con l’azionista è devastato per il suo investimento, si lamenta e è furioso. Poi vedo una ostentata calma della presidenza, di questi signori che non conosco, presumo che ci sia un notaio. Ostentate una calma straordinaria.
Io vengo da Genova, come il Dott. Profumo, conosco il Dott. Profumo, la vita che ha fatto, era un ex casellante, lavorava di sera, si è fatto da solo, un uomo molto importante, però è un uomo completamente non adatto a gestire questa situazione perché è indagato di frode fiscale. Questa banca era una banca florida, era una banca straordinaria, nel ‘95 è stata diciamo privatizzata, queste parole che ormai non hanno più assolutamente il significato che avevano, è stati politicizzata, è entrato un partito dentro con una fondazione, nominata da sapete benissimo comuni, regione, provincia, sono entrati questi del PD, ex DS, che ha governato questa regione per 40 anni.
Da lì è stato compiuto dall’inizio lo scempio totale di questa banca, è stata privatizzata, una spa, portata in borsa, fondazione, ha iniziato a allargare al mercato.
Quando non si hanno i concetti si parla del mercato, ma chi è il mercato? Il mercato che gioisce? Il mercato che resta sbigottito? Che perde? Il mercato sono i soliti squali il mercato, che entrano nelle spa, nelle società, e parliamo di Caltagirone, Gnutti, sono sempre gli stessi. Questi entrano, investono e vogliono i dividendi, per dare i dividendi questi signori hanno disintegrato una delle più belle banche del mondo. Si sono venduti tutti! I loro capitali, le banche, i palazzi a Roma, le tenute, la cassa di Risparmio di Prato, si sono venduti i gioielli e hanno piano piano spolpato una azienda che prima della privatizzazione del ‘95 aveva un valore di 20 miliardi di Euro, adesso siamo sotto i due, forse.
Poi che cosa è successo? Che si è preso la mano, le vendite continuavano e poi queste operazioni Antonveneta. Sapete meglio di me, io non voglio fare il professore, io faccio un altro mestiere, però Antonveneta, costa tre e si paga 10, si prende il passivo di una banca, lo si incamera dentro la banca. Queste operazioni fanno sì che una banca così scompaia piano piano.
Ora io sono venuto a dirvi una cosa, lei come Presidente la prima cosa che doveva fare era aprire una inchiesta, perché qui siamo in un caso che va oltre la Parmalat. Io ero stato chiamato alla Parmalat proprio perché due anni prima che fallisse andavo negli stadi, facevo gli spettacoli facevo vedere il bilancio e dicevo è una azienda fallita, lo sapevano tutti che era fallita la Parmalat.
Il disastro di questa banca lo sapevano tutti, i media, i giornalisti, gente della finanza.
Quindi ci sono due problemi, qui se la presidenza avesse tenuto un comportamento corretto si doveva aprire una commissione, chiamare tutti i segretari del Partito Democratico dal ‘95 a oggi e far loro delle domande, perché qui abbiamo un buco di 14 miliardi di Euro, 28 mila miliardi di lire, oltre la Parmalat.
Qui siamo con lo scandalo come Craxi insieme a quello che…

Presidente Profumo: “dott. Grillo poi mi dirà dove ha recuperato il numero dei 14 miliardi di Euro”

Beppe Grillo: “Va bene, però mi faccia andare avanti. Abbiamo un buco di 14 miliardi di Euro…”

Presidente Profumo: “No, non abbiamo un buco per precisione, non abbiamo assolutamente questo buco…”

Beppe Grillo: “E va beh, ma ora vediamo, perché il problema è che mancano, c’è un buco notevole, se non saranno 14 saranno 13 e 8.
C’è anche una domanda, chi ha controllato? Chi doveva controllare queste cose? Siamo sempre alle solite! La Banca di Italia, chi c’era Draghi?! Chi doveva controllare? La signora Tarantola, capo della vigilanza di Banca Italia? Chi ha controllato, la Consob? Tutta gente che fa un altro mestiere fuorché controllare! Qui siamo veramente a uno dei buchi più grossi che ci siano oggi in Italia e credo in Europa.
Abbiamo bisogno di risposte e la risposta è questo signore che viene con la referenza che abbiamo detto prima, che va in giro a aprire cassaforti, a vedere dei derivati e a mettere nel patibolo questo Mussari. Io ci ho parlato una volta, non sa nulla di banche, ma non è il suo compito, non sa nulla di banche…

Beppe Grillo: “Immaginate che non sa neanche fare un bonifico e sentirlo parlare di derivati, che nessuno sa che cosa sono. Investono in derivati, ma se andate a vedere la “curva di Swensen” vedrete che sono un algoritmo, formule, da malati di mente. Infatti Swensen, quello che ha inventato i derivati, aveva ha aperto una sua società, ha investito in derivati e è fallito in 6 mesi, pensate un po’ se si può ancora fare questo!
Poi deve essere recuperato il deficit, una parte del deficit. Che i tre miliardi virgola 9, debbano essere messi dal popolo italiano mi sembra una delle più grosse ingiustizie. Le aziende falliscono, tutte le aziende falliscono, la legge di mercato dice questo, se vai male, se sei gestito male, fallisci. Se mancano i soldi qualcuno li ha presi, qui siamo una distorsione dove un partito è diventato una banca e una banca è diventato un partito. Questi soldi devono essere tirati fuori, ma non dai tre virgola 9 miliardi presi dai cittadini italiani, dall’Imu, dalle persone che sono fuori a protestare. Questa è una azienda che dovrà licenziare migliaia di persone tra breve, è una azienda che dovrà riscattarsi in qualche modo, ma non si riscatterà avendo una gestione come questa.
Quindi io vi auguro di cercare di resistere a questa cosa e io voglio, vorrei, come azionista, come cittadino, come persona, fare chiarezza, perché questi soldi ci sono. Chi li ha presi? Allora li mettiamo sul banco degli imputati e devono essere processati dall’opinione pubblica, dai risparmiatori e dai lavoratori, che non devono rimetterci una lira e neanche il posto di lavoro.
Io ho finito.”

Web a 5 stelle

Postato il Aggiornato il

Questo taccuino di viaggio liberamente consultabile, dove liberamente possono iscriversi MeetUp, gruppi e liste civiche locali, autori del territorio Umbro (e non solo), e dove discuteremo pubblicamente è solo uno dei molti siti web a 5 stelle della nostra regione.

versoOltre ad Umbria5Stelle.com troverete infatti gli spazi web individuati dai nomi Umbria5Stelle.it e MovimentoUmbria.it originariamente registrati dai responsabili del Meetup di Perugia in vista delle precedenti regionali, cui non poterono partecipare, nonostante la volontà di farlo, con una lista ancora visibile sul sito di Beppe Grillo, ed ora oltre a contenere le informazioni del forum della stessa Perugia, ha spazi dedicati ad ospitare forum di contatto tra i MeetUp territoriali e quelli dello staff della raccolta firme e della propaganda elettorale di queste Politiche 2013.  Queste sono aree non pubbliche ma accessibili solo previa iscrizione ed autorizzazione. Ospita anche lo stesso calendario del nostro Blog, questo si, liberamente consultabile.

Ci sono poi le aree Web dei MeetUp veri e propri (su www.meetup.com), realtà locali più sofisticate come ad esempio quella di Spoleto (http://www.spoleto5stelle.it/) e realtà in cui si sovrappongono diversi livelli di presenza web, lo scrivente ad esempio per la città di Orvieto contribusce sia a http://orvietocivica.com/ che su numerose altre piattaforme.

La questione SocialForum è, se possibile, ancora più complessa.
Su Facebook, ad esempio, la neonata pagina http://www.facebook.com/Umbria5Stelle è la pagina ufficiale di questo blog, accessibile liberamente e sviluppata con gli stessi autori di questo blog.

Da tempo maggiore è presente  http://www.facebook.com/movimentoumbria.cinquestelle ed è legata al sopracitato MovimentoUmbria.it.

Beh… questo per ora, giusto per chiarezza e per evitare fraintendimenti.

Satira in MoVimento

Postato il Aggiornato il

Spesso qualcuno cade nell’errore che sia sufficiente cambiare il nome alle cose per far cambiare le cose stesse.

compagnoneA Costantinopoli nell’anno 500 la pensavano diversamente tanto che una celebre frase di Giustiniano recitava così: Nomina sunt consequentia rerum. Passarono circa millecinquecento anni relativamente tranquilli in cui nessuno sentì la necessità di frantumare i coglioni all’ etimologia. Poi vennero gli anni bui dei primi del ‘900 ed un famoso, quanto bravo, scrittore nel suo ‘1984’ (scritto nel 1948) cominciò a fantasticare di un mondo in cui la Neo-lingua imperava sulla vita delle persone e sulla natura delle cose. Sembrava un gioco letterario ed invece ha devastato intere culture ed intere generazioni. Da allora in poi un Partigiano diventa Terrorista ed un Coglione diventa un Moderato.

Nella nostra prima puntata della sezione Satira in Movimento giocheremo un po’ su di noi. Rifacendosi ai nostri cugini Ateniesi la useremo prevalentemente per la Politica a ridosso delle elezioni. Non avendo avuto alcun successo con le nostre, serie e ben presentate, mozioni ante-durante-post Parlamentarie proviamoci con la Satira.

Un Chirurgo a 5 Stelle

Non ci capisco nulla di chirurgia ma che importa tanto non mi farò chiamare primario, professore o chirurgo. Sarò semplicemente il Portavoce del popolo in Sala Operatoria ed eseguirò qualsiasi intervento che il 20% della rete riterrà opportuno, incluse le decisioni urgenti sulla vita o la morte del paziente. E non è il caso di anteporre il carro davanti ai buoi per la nomina del mio staff medico, in quanto non sarà necessario, poiché il popolo della rete è il solo abilitato alle decisioni in merito e non si rende necessaria nessuna struttura medica tipica della vecchia politica.

Un Pilota a 5 Stelle

Non capisco nulla di aerodinamica e sinceramente sono un po’ confuso e stupito di come una bestia metallica di 400 tonnellate possa librarsi nell’aria. Ma non è necessario avere tutte queste competenze perché non mi farò chiamare Pilota o Comandante. Sarò semplicemente il PortaAereo dove vorrà almeno il 20% dei miei passeggeri. Si, lo so, potrei lasciare il mio posto a qualche passeggero che quanto meno non soffra il mal d’aria come lo soffro io, ma ho avuto questa grande opportunità e voglio provare a farcela. Ascolterò con attenzione tutte le indicazioni della torre di controllo anche se non capirò una mazza di quello che dicono. E’ un’avventura fantastica e questo viaggio lo faremo insieme! Come dice? Col cazzo? Lei si prenderà la responsabilità politica di questa sua volontà di n on voler viaggiare con la % Stelle Airways.

Un Ingegnere a 5 Stelle

Ho avuto la grande opportunità, datami dal popolo della rete, di presidiare il progetto di una grande diga. Sinceramente non capisco perché il popolo della valle sottostante mi richieda con insistenza quali siano le mie competenze. E’ allucinante poi la richiesta di uno staff tecnico poiché sarà il popolo, sopravvissuto al disastro, ad indicarmi le modifiche da apportare purché votate da almeno il 20% degli iscritti all’anagrafe dei morti.

Un Parlamentare (ops un Portavoce) a 5  Stelle

Che vi devo dire immagino una carovana che arriva in piazza con suoni e colori e libera nell’aria milioni di palloncini. Quello che non capisco è perché ci pisciano addosso ogni volta che ci proviamo.

(di massimo maggi)

Beppe is Back

Postato il Aggiornato il

Beppe ritorna, sarà di nuovo qui in Umbria il 16 gennaio prossimo, a Perugia ed a Foligno.breaking-news-Beppe

Si parte alle 17 con il capoluogo Perugia, città piena di problemi e contraddizioni, sede regionale e provinciale, ormai unica, della nostrra verde Umbria. Alle 17 comincerà l’evento, che sarà in diretta streaming e potete crederci, sarà straseguito in tutta la regione.

Alle 21 si riprende aFoligno dove si tirerà avanti con la presentazione dei candidati della nostra regione al parlamento della Repubblica ed una discussione sulle problematiche locali e regionali, oltre che, come immaginerete, alcuni approfondimenti sulla politica e sulle imminenti elezioni.

Faremo anche una raccolta fondi (contribuite, grazie) prima e durante questi eventi, tutti i particolari nei prossimi giorni.

A prestissimo!

Buon 2013 a 5 Stelle

Postato il Aggiornato il

Buon 2013, auguri a tutti per un anno a 5 Stelle

Buon-Anno-5-Stelle


… e gustatevi il discorso di fine anno del Beppe Grillo nazionale.
Enjoy 2013.