umbria

Editoriale: cartolina da #Italia5Stelle 2017

Postato il

di Silvio Torre

Un folla festosa con le bandiere, le famiglie con i bambini liberi di giocare e non c’era una cartaccia per terra: arrivi a Rimini per Italia 5 Stelle e sei subito sicuro di avere trovato il posto giusto. Un (non troppo) breve controllo all’ingresso per controllare gli zaini nel rispetto delle nuove e stringenti leggi antiterrorismo e ricevevi il braccialetto con un codice a barre per contare gli ingressi una singola volta e con precisione il numero dei visitatori. Da questo momento potevi entrare. Ovunque c’erano agorà improvvisate od in scaletta, spazi istituzionali (Europa, Senato, Camera dei deputati, Regioni, Amministrazioni locali) tutto attorno al palco centrale dove si alternavano a Grillo, di Maio ed alle esperienze dei nostri portavoce momenti di musica e di approfondimento. Come Umbria c’eravamo, con i tanti attivisti e portavoce di comuni della regione consiglieri regionali, ad alternarci tra il nostro padiglione a raccontare cosa succede e cosa stiamo facendo sia nelle proposte e  realizzazioni che nelle ferme proteste come l’occupazione della sala del Consiglio regionale. A metà tra un banchetto informativo come quelli dell’origine del Movimento che un vero e proprio “stand” istituzionale perchè in realtà siamo realmente già nelle istituzioni, senza perdere quelle caratteristiche che rendono unico il nostro modo di essere cittadini che provano a farsi carico di uno stato: ad esempio abbiamo portato i prodotti della nostra terra.

Un successo la manifestazione per qualità e per organizzazione. Ed il luogo scelto, Rimini, è una città raggiungibile accogliente e vitale. Il resto è cronaca: Eravamo tantissimi, Luigi di Maio un grande, gli interventi dei nostri parlamentari ed europarlamentari sono stati seguiti ed apprezzati, tanta gente si è interessata alle nostre battaglia, al modo di fare opposizione, al modo di fare informazione verso i cittadini. Ed in tanti si stanno avvicinando al Movimento per poterne fare parte.

Rimaniamo però con i piedi per terra perchè il percorso è davvero ancora molto lungo e le difficoltà non mancano ed aumenteranno nei prossimi mesi ma quello che si è messo in moto, non senza difficoltà, è qualcosa di molto grande e molto bello, e merita tutto il sostegno possibile. Ricordiamocelo sempre, e diciamolo anche a chi ha ancora dei dubbi.

 

Annunci

SbloccaItalia: Pd boccia proposta M5S

Postato il

SBLOCCA ITALIA. PD BOCCIA ODG M5S PER INTRODURRE QUANTIFICAZIONE DEI COSTI DI BONIFICA.

“Sulla scorta di quanto successo a Taranto con l’Ilva, abbiamo chiesto che in caso di passaggi di proprietà per le aziende con forte impatto ambientale, vengano stimati i costi ambientali connessi e siano fatte le giuste stime economiche per le bonifiche” afferma il senatore Stefano Lucidi (M5S)

m5s lucidi
“Una richiesta che se accolta avrebbe permesso una effettiva stima dei costi di risanamento ambientale, questione molto importante non solo per l’AST di Terni, ma per tutte quelle aziende che si trovano nel giogo delle multinazionali, le quali tutto fanno meno che tutelare gli interessi delle comunità interessate e dell’ambiente circostante – prosegue il senatore-.

Non solo la maggioranza ha votato contro, lo fatto anche un rappresentante del territorio come la senatrice umbra Valeria Cardinali. Non si capisce come mai non accolga favorevolmente una richiesta che arriva dalle comunità locali”

L’Italia è una comunità

Postato il Aggiornato il

Presidente,

bandiera italiaintervengo a nome del MoVimento 5 Stelle in qualità di portavoce di una regione del centro Italia che da sempre è stata non belligerante ed estranea alla lotta tra nord e sud, tra settentrione e meridione.

Il MoVimento 5 Stelle non vuole essere strumentalmente utilizzato per fare una lotta tra poveri. Pertanto siamo oltre la logica spartitoria del territorio e riconosciamo l’Italia intera, nella sua interezza.

Il MoVimento 5 Stelle è oltre il nord e il sud e riconosce l’Italia tutta come comunità.

 Pertanto, in questa misura, riscontriamo una mancanza di criterio nella allocazione delle risorse. Non c’è, ancora una volte, in questa logica di distribuzione a pioggia delle risorse, una visione integrata del sistema economico Italia e non c’è una cura nella destinazione degli investimenti e nei criteri di spesa.

 

Il MoVimento 5 Stelle ritiene che distribuire a pioggia le risorse non serva, ma, anzi, quello che occorre fare – e che il MoVimento 5 Stelle pretende – è un controllo, una attenzione alla trasparenza e alla legalità nell’allocazione delle risorse. Pertanto, ci impegneremo affinché l’Unione europea riconsideri questa questione del Mezzogiorno, in quanto, per noi, esiste l’Italia, l’Italia intesa come comunità, al di là del settentrione e del meridione oppure del centro.

Tiziana Ciprini, Deputato a 5 Stelle dalla Regione Umbria

Web a 5 stelle

Postato il Aggiornato il

Questo taccuino di viaggio liberamente consultabile, dove liberamente possono iscriversi MeetUp, gruppi e liste civiche locali, autori del territorio Umbro (e non solo), e dove discuteremo pubblicamente è solo uno dei molti siti web a 5 stelle della nostra regione.

versoOltre ad Umbria5Stelle.com troverete infatti gli spazi web individuati dai nomi Umbria5Stelle.it e MovimentoUmbria.it originariamente registrati dai responsabili del Meetup di Perugia in vista delle precedenti regionali, cui non poterono partecipare, nonostante la volontà di farlo, con una lista ancora visibile sul sito di Beppe Grillo, ed ora oltre a contenere le informazioni del forum della stessa Perugia, ha spazi dedicati ad ospitare forum di contatto tra i MeetUp territoriali e quelli dello staff della raccolta firme e della propaganda elettorale di queste Politiche 2013.  Queste sono aree non pubbliche ma accessibili solo previa iscrizione ed autorizzazione. Ospita anche lo stesso calendario del nostro Blog, questo si, liberamente consultabile.

Ci sono poi le aree Web dei MeetUp veri e propri (su www.meetup.com), realtà locali più sofisticate come ad esempio quella di Spoleto (http://www.spoleto5stelle.it/) e realtà in cui si sovrappongono diversi livelli di presenza web, lo scrivente ad esempio per la città di Orvieto contribusce sia a http://orvietocivica.com/ che su numerose altre piattaforme.

La questione SocialForum è, se possibile, ancora più complessa.
Su Facebook, ad esempio, la neonata pagina http://www.facebook.com/Umbria5Stelle è la pagina ufficiale di questo blog, accessibile liberamente e sviluppata con gli stessi autori di questo blog.

Da tempo maggiore è presente  http://www.facebook.com/movimentoumbria.cinquestelle ed è legata al sopracitato MovimentoUmbria.it.

Beh… questo per ora, giusto per chiarezza e per evitare fraintendimenti.

Siamo dentro!

Postato il Aggiornato il

Abbiamo consegnato per primi le firme per partecipare alle elezioni! In tutt’Italia la consegna si sta svolgendo e sta andando a buon fine.

Insomma è ufficiale, siamo dentro! Adesso comincia la corsa elettorale. Ci vediamo a Roma, e sarà un piacere.

siamo dentro

 

Tsunami Tour Perugia

Postato il Aggiornato il

Tsunami Tour: l’Umbria c’è
Piazze piene e grande partecipazione al tour elettorale di Beppe Grillo
Data:     16/01/2013
Perugia, ore 17,30

Nonostante la pioggia copiosa l’Umbria avvolge con entusiasmo lo Tsunami Beppe Grillo. Il fondatore del MoVimento 5 Stelle prima di cominciare un vero e proprio comizio elettorale chiede alla folla di chiamarlo Populista e Demagogo per anticipare le solite vuote polemiche che non affrontano i problemi ne le idee.
Poi rapidamente un exursus sul programma del MoVimento, focalizzato sulla Piccola e Media Impresa da sostenere e sul reddito di cittadinanza prima di passare la parola ai giovani candidati al Parlamento.

tsunami perugia
Tiziana Ciprini, capolista alla camera ha coinvolto il pubblico con un gioco semplice per mostrare una realtà crudele che attanaglia le vite dei cittadini della nostra regione: “una volta” – chiede la Ciprini – “i cognomi delle persone indicavano la professione od il mestiere dei padri. Come pensate che si chiameranno i Vostri figli?”
Scontata la risposta del publico, univoca e corale: “PRECARIO”

Da questo punto le brevi e rapide presentazioni delle idee e delle proposte, e naturalmente degli altri candidati, il tutto alla velocità del web, anzi dei tweet. Le atmosfere pompose dei talk show e della comunicazione politichese, i ritmi lenti e compassati dei tecnici sono superati, si volta pagina.
Poi candidati e Grillo si concedono alle domande del pubblico prima di partire, c’è già un’altra città aspetta l’onda di questo Tsunami.

In Umbria stanno tutti bene.

Postato il Aggiornato il

Lettera aperta

In Umbria stiamo bene, grazie.
Secondo noi  In Umbria stiamo bene perchè per legge ci sarà il wifi per tutti, hanno già finanziato i cavi ed i piloni, hanno già espropriato e stanno scavando buche così potremmo connetterci dal balcone di casa, stiamo bene perchè grazie alla privatizazione della raccolta fiscale finalmente i commercianti, come a Spoleto, hanno cominciato ad oscurare quelle loro brutte insegne, stiamo bene perchè non ci sono le code per i saldi ed i negozzi non sono mai senza merce, anzi ce l’hanno tutta li, stiamo bene perchè ad Orvieto quando chiude una fabbrica come la M-Manifattura gli operai non pesano sulla comunità infatti c’è il sindacato, quindi li licenziano ma non gli danno la cassa integrazione, stiamo bene perchè come nel ricco e civile nord quando c’è un alluvione anche qui viene seppellito tutto dal fango, stiamo bene, benissimo, abbiamo una terra verde irraggiungibile se non hai la macchina, i treni sono soppressi e tra Città di Castello e Fabro puoi usare gli autobus, ce la fai in 20 ore o poco più godendoti la nostra splendida natura, stiamo bene perchè senza le acciaierie a Terni hanno riacceso l’inceneritore per mantenere costante la qualità dell’aria, stiamo bene perchè se entri nel centro di Foligno puoi ammirare gli scavi come fossi a Pompei, stiamo bene perchè a Perugia nella discarica ci gettano anche il cemento, così per tenerla tutta assieme, noi in Umbria stiamo così bene che ci è persino strano pensare di cambiare qualcosa, stiamo così bene che quasi quasi qualcuno ha già votato lega anche se siamo terroni per il nord, stiamo benissimo, siamo quella strana regione che non può sopprimere le provincie perchè a fine 2013 ne avrà una sola… Stiamo bene Beppe, lo ha detto anche la televisione, mentre le famiglie italiane perdevano il 4,4% di potere d’acquisto noi il 7,7 % e questo vuol dire che avevamo di più da perdere, che stavamo meglio degli altri.

Stanno_tutti_bene_(1990)ria, Noi stiamo bene, pure troppo…
…sarà mica per questo che sabato Monti è stato qui?